Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


Cosa fare per ...

Home > Cosa fare per ... > Urbanistica ed Edilizia privata

Cosa fare per...urbanistica

Dove posso chiedere il certificato di idoneità ad uso abitativo?

Il certificato attesta l'idoneità dell'appartamento ad ospitare un determinato numero di persone in base alla sua dimensione.

Il certificato viene rilasciato per i seguenti casi:

1. richiesta di ricongiungimento familiare;

2. richiesta o rinnovo carta di soggiorno;

3. prestazione di garanzia (un cittadino italiano fa da garante per un extracomunitario che deve venire in Italia per motivi di lavoro).

Per ottenere questo documento è necessario compilare un modulo di autocertificazione, contenente le motivazioni della richiesta e allegando la seguente documentazione:

□ Attestazione del versamento di Euro 25,82 da effettuarsi sul c.c.p. n. 16243099 intestato al Servizio Tesoreria Comune di Decimomannu ;

□ Copia del contratto di affitto o di compravendita o di altro titolo di disponibilità relativo all'alloggio;

□ Estremi della Licenza/Concessione Edilizia;

□ Planimetria dell'alloggio;

□ Dichiarazione di ospitalità.

È possibile utilizzare il modello ST08 disponibile nel sito internet www.comune.decimomannu.ca.it nella sezione delle aree tematiche dedicata all’edilizia. Il modello debitamente compilato e tutti gli allegati devono essere presentati all'ufficio protocollo che rilascerà apposita ricevuta. La richiesta può altresì essere inviata via fax al numero 070962078 o email agli indirizzi psaba@comune.decimomannu.ca.it e protocollo@pec.comune.decimomannu.ca.it avendo cura di indicare nell’oggetto la seguente dicitura “trasmissione richiesta di idoneità alloggio”.

 

Cosa devo fare per avere copia o prendere visione di un documento giacente presso l’ufficio tecnico comunale (es. una concessione edilizia) ?

Bisogna compilare apposita richiesta, disponibile anche sul sito, e consegnarlo all'ufficio protocollo,oppure inviarlo per posta ordinaria, fax 070/962078 e-mail psaba@comune.decimomannu.ca.it o protocollo@pec.comune.decimomannu.ca.it.

L'ufficio protocollo provvede alla registrazione dell’istanza e alla trasmissione della stessa al/agli ufficio/i competente/i. Il tempo massimo di risposta è previsto in 30 giorni. Una singola richiesta di accesso può riguardare più di un atto, in ogni caso nella richiesta devono essere contenuti, oltre alle generalità del richiedente, il titolo secondo cui il richiedente può esercitare il diritto d’accesso, la motivazione ovvero l’interesse diretto, concreto ed attuale corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento conformemente con quanto sopra dagli artt. 22 e ss.L. 241/1990, l’eventuale necessità di assistenza per l’esercizio del diritto di accesso con le generalità dell’assistente.

Si precisa inoltre che chiunque presenti la richiesta di una delle copie sopra citate per conto dell’avente titolo, dovrà contestualmente presentare apposita delega sottoscritta da quest’ultimo, che lo autorizzi a presentare la richiesta stessa corredata dalla fotocopia del documento d’identità del delegante.

Il rilascio di copia è soggetto al pagamento delle spese di riproduzione stabilito in €. 0,10 per facciata formato A4 e in € 0,21 per facciata formato A3. Il versamento per il rimborso del costo di riproduzione dovrà effettuarsi sul c.c.p. n. 16243099, intestato a Comune di Decimomannu – causale: Rimborso costo di riproduzione. La copia può essere ritirata da altra persona mediante apposita delega.

 

 

Quale documento devo richiedere al Comune per conoscere la disciplina urbanistica di un’area?

Si deve richiedere un certificato di destinazione urbanistica. E' necessario compilare apposita istanza in bollo, anche mediate utilizzo del modello ST06 disponibile nel sito internet www.comune.decimomannu.ca.it nella sezione delle aree tematiche dedicata all’edilizia. Il modello debitamente compilato con l’indicazione degli estremi catastali delle particelle per le quali si vuole ottenere il certificato deve essere presentato all'ufficio protocollo che rilascerà apposita ricevuta. La richiesta può altresì essere inviata per posta ordinaria, fax 070/962078, e-mail psaba@comune.decimomannu.ca.it o protocollo@pec.comune.decimomannu.ca.it avendo cura di indicare nell’oggetto la seguente dicitura “trasmissione richiesta certificato di destinazione urbanistica”.

Al fine del rilascio del certificato di destinazione urbanistica, devono essere versati, sul c.c.p. n. 16243099, intestato a Comune di Decimomannu – causale: Rilascio certificato destinazione urbanistica, i diritti di segreteria nella misura di € 25,82 per i primi 5 mappali ed € 2,58 per ogni mappale successivo. Alla richiesta devono essere inoltre allegate n. 2 marche da bollo da € 16,00.

Il certificato richiesto sarà rilasciato entro il termine massimo di 30 giorni dalla data di protocollo.

 

Quando è necessario acquisire l’autorizzazione paesaggistica per interventi edilizi? A chi deve essere richiesta?

L’autorizzazione è necessaria per qualsiasi intervento che riguardi un immobile posto in zona vincolata paesaggisticamente (che può essere in linea generale anche se non esaustiva il centro di antica e prima formazione, le fasce di rispetto di 150 m dai fiumi e corsi d'acqua, etc.) e che comporti una qualsiasi modifica esteriore dello stato dei luoghi. L'acquisizione dell'Autorizzazione paesaggistica deve essere preventiva all'ottenimento del titolo edilizio e sarà rilasciata dall'Ufficio Tutela del Paesaggio della Provincia di Cagliari. Al fine del rilascio dell’autorizzazione il richiedente produrrà la documentazione richiesta (vedi scheda procedimento al link: http://www.regione.sardegna.it/j/v/84?s=1&v=9&c=6&idscheda=287072). Le domande per il rilascio delle autorizzazioni per interventi in zone soggette a tutela paesaggistica devono essere indirizzate all'Assessore regionale degli Enti locali, finanze e urbanistica e presentate presso il Comune subdelegato in cui sono situati i beni oggetto di tutela, che provvederà a trasmettere la documentazione all’ufficio Regionale competente.

 

Cosa devo fare per ottenere il certificato di agibilità di un edificio o di un'unità immobiliare residenziale di nuova costruzione o esistente?

Presentare apposita istanza in bollo (modello ST03), con tutti gli allegati elencati agli artt. 24 e 25 del DPR n. 380/2011.

Lo sportello unico comunica al richiedente, entro dieci giorni dalla ricezione della domanda, il nominativo del responsabile del procedimento.

Il certificato verrà rilasciato entro 30 giorni, nel caso la documentazione sia completa.

Trascorso inutilmente il termine di 30 giorni, l’agibilità si intende attestata nel caso sia stato rilasciato il parere dell’ASL, mentre in caso di autodichiarazione, il termine per la formazione del silenzio assenso è di sessanta giorni.

Il termine di 30 giorni può essere interrotto una sola volta dal responsabile del procedimento, entro quindici giorni dalla domanda, esclusivamente per la richiesta di documentazione integrativa, che non sia già nella disponibilità dell’amministrazione o che non possa essere acquisita autonomamente. In tal caso, il termine di trenta giorni ricomincia a decorrere dalla data di ricezione della documentazione integrativa.

 

Quali documenti devo presentare in Comune per installare un impianto fotovoltaico sul tetto della mia casa?

L'installazione dell'impianto fotovoltaico deve essere fatta una comunicazione all'Ufficio Tecnico comunale che indichi le caratteristiche generali dell'impianto (potenza, estensione ...).

Nel caso in cui l'installazione interessi un edificio posto in zona vincolata è necessario acquisire prima l'autorizzazione paesaggistica.

 

Cosa si intende per Cambio di Destinazione d'Uso?

Il Cambio di Destinazione d'Uso consiste nell'adibire un immobile o parte di esso ad un utilizzo diverso fra le categorie urbanisticamente rilevanti (residenziale, produttiva, ricettiva, commerciale, direzionale, rurale e servizi), rispetto a quella risultante nella licenza, concessione edilizia, permesso di costruire ecc. più recente.

Il Cambio di destinazione d'uso, con o senza opere, è soggetto a comunicazione di inizio lavori, a condizione che sia conforme alla destinazione di zona urbanistica.

 

Nel caso di presentazione di Denuncia di Inizio Attività e Comunicazione di Inizio Attività, si deve indicare l'impresa esecutrice dei lavori?

Si obbligatoriamente. Inoltre la domanda deve essere accompagnata dal DURC in corso di validità dell'impresa esecutrice.

Si ricordi che il committente o il responsabile dei lavori ha inoltre l'obbligo di osservare quanto prescritto dalla normativa vigente in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m. e i.

Condividi su:

Vai su