Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


Comune

Home > Comune > Progetti > Progetto Tradizione e Identità

Progetto Tradizione e Identità

Il 27 ottobre 2012 presso la casa campidanese degli eredi Sanna Cao si è svolta la presentazione del progetto "Tradizione e Identità".
Nella splendida cornice di una delle pochissime case campidanesi che ancora si possono ammirare nel nostro paese, alla presenza di due dei fratelli Sanna ospiti squisiti, eredi della grande azienda che fino agli anni settanta era una delle realtà produttive agricole e zootecniche più importanti del nostro territorio e che ancora oggi non ostante la particolare crisi del comparto porta avanti una importante attività, è stato dato l'avvio alla raccolta delle adesioni per le attività che fanno parte del progetto Tradizione e Identità.
Chi è intervenuto ha avuto la rara occasione di visitare la casa perfettamente conservata a cura della famiglia Deriu, grazie all'impegno costante degli eredi della famiglia Sanna Cao che ancora oggi, non ostate siano residenti a Cagliari, periodicamente tornano alla loro casa natia alla quale sostengono di essere ancora affezionati e che però, durante il saluto che il dott.Stefano Sanna ha voluto indirizzare ai presenti alla manifestazioni, con anche una certa commozione, hanno dichiarato di voler rendere disponibile per ulteriori occasioni di incontro con i propri concittadini.
Questo progetto è frutto della collaborazione tra le quattro associazioni A.T. Pro Loco, La Piazza Viva, Sogni di filo e Tennis Tavolo Decimomannu e l'Amministrazione Comunale che attraverso l'Assessorato all'Associazionismo rappresentato dall'Assessore Alberta Gradina, che hanno voluto credere nella possibilità che anche a Decimomannu si potesse intraprendere un'iniziativa seria per la conservazione e in qualche caso la riesumazione di attività tradizionali sarde.
Il progetto nasce dalla convinzione che senza un impegno istituzionale le nostre peculiarità della tradizione sarda rischiano di sparire per sempre a favore di un'omogenizzazione dello stile di vita del tipico paese satellite della vicina città metropolitana.
L'obiettivo è quello di ricercare, conservare e tramandare le tradizioni popolari decimesi.
Le associazioni in funzione di sussidiarietà con l'Amministrazione Comunale, attraverso la pratica del ballo sardo, l'insegnamento del canto corale tradizionale, i laboratori di launeddas e fisarmonica e la riscoperta di alcune attività artigianali a rischio di "estinzione"con questo progetto intendono salvaguardare le tradizioni della comunità decimese attraverso il proprio coinvolgimento nell'attuazione di una serie di corsi e laboratori che hanno come obiettivo principale quello di evitare che alcune peculiarità, che partecipano a connotare l'identità del nostro paese, vadano perdute nell'oblio.

In particolare il progetto comprende la riscoperta delle attività artigianali tipiche del nostro paese quali:

  • Strexu de fenu
  • Scatteddus e cadinus
  • Fundus de scannus
  • Intagliu in linna a sa sarda

Saranno tenuti i seguenti corsi musicali sugli strumenti utilizzati nella musica tradizionale:

  • Launeddas, compresa la costruzione dello strumento
  • Fisarmonica
  • Organettu
  • Sulittu
  • Trunfa

Il progetto comprende inoltre un laboratorio di ballo sardo con la previsione della costituzione di un gruppo folkloristico e il confezionamento dei costumi.
La prima tornata di attività, per il periodo novembre 2012/novembre 2013, prevede i corsi di Fisarmonica e Launeddas, Intagliu in linna a sa sarda, Ballu sardu e Srexu de fenu.

Condividi su:

Vai su